-NOVELLA DELLO STENTO-


A Voi, cari amici una ironica filastrocca dal titolo
LA NOVELLA DELLO STENTO
a chi indovinerà il mitico personaggio, sarà scalata la tassa sul sale....

segue il capolavoro teresiano....

NOVELLA DELLO STENTO

C’era una volta un prode ragazzino
che ambiva divenir presto famoso.
Già allora sgomitava con furore
e si reclamizzava a tutte l’ore.

Il ducetto, temuto dai compagni,
soleva fare loro lo sgambetto.
Da sempre si sentiva destinato
a diventare almeno deputato.

Di buon mattino, dopo colazione
prezzemolino tenace rampante,
si recava a comprar la cioccolata
nutrendo le meningi di endorfine.

Poi, proseguiva la sua passeggiata
fra la nobile gente più arrivata.
Il giovane strizzava l’occhiolino
e sorrideva alle fanciulle in fiore.

Lui sgomitava ed allungava il passo
per far con le ragazze lo smargiasso.
Dava la mano a tutti con calore,
Al prete allo spazzino alle signore.

Sapete lettori chi sia il gradasso
che ormai nell’universo se la spassa
per presentare ogni inaugurazione
a vantaggio della nostra Nazione?

-Stretta la foglia larga, la via,
dite la vostra che ho detto la mia.-

Maria Teresa Santalucia Scibona
Siena, venerdì 12 agosto 2016.




Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1470997068