"SAPORE ANTICO"


Nelle ubertose campagne della bella Toscana,
è tempo di raccogliere le olive.
Dal prezioso frutto spremuto a freddo, gli esperti agricoltori otterrano un olio straordinario, che è un genuino vanto della nostra terra.
Il testo " Sapore antico", è tratto dal mio libro " Il Sogno del cavallo" 2008,a cura di Mario Comporti -postfazione di Fausto Tanzarella - Pascal Editrice Si.
In copertina: M° Enzo Santini, Il sogno del cavallo,
pittura a olio su tavola (74X50 ), anno 2000.

In esso ho voluto ricordare gli arcani gesti dei laboriosi contadini



SAPORE ANTICO

Nella rozza tramoggia fluivano
nel frantoio possente, intatte olive.
Girava in tondo l’asino bendato
rotolando con diuturna fatica
la granitica mola.

L’asprigno frutto veniva
torchiato nella pressa.
Il contadino, dai capaci ziri,
spillava oro virente
di prima spremitura.

Sotto l’annoso pesco
le fanciulle ciarlavano giulive
nell’apprestare il desco.
Fragrante si effondeva
l’acre profumo di bruschetta.

Un sorso di robusto vino,
gustato senza fretta,
sedava in gola la rovente arsura
di sapore ancestrale,
che glorioso perdura.

Siena, autunno 1981

M. Teresa Santalucia Scibona

Dal volume: “Il Sogno del Cavallo” (2008) a cura di Mario Comporti -postfazione di Fausto Tanzarella - Pascal Editrice Siena.
In copertina: M° Enzo Santini, Il sogno del cavallo,
pittura a olio su tavola (74X50 ), anno 2000.



Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1353326283