" IL RAGAZZO MAFFIA"


A te Dante amabile,
con radicato affetto e col
sorriso che rallegri il cuore.
Uniti nella vita e in Poesia,
oggi, domani, sempre
per le restanti ore.

Da ;- Nutrimenti per l'anima2009
Joker Editore

segue il testo

AL RAGAZZO MAFFỈA

Legherò col tepore ostinato
dell’amicizia le vele sbandate dei giorni,
sbattute dal vento frenetico brutale,
che non anneghi le residue speranze.

Come raro amuleto serbo in cuore
la memoria del nostro primo incontro.
Scoccò, come rovente scintilla
l’impatto soave armonioso

col generoso cuore di gitano
e sovrano resta allacciato
al recinto della mente mia.
Intravidi in te, senza pretese,

l’animo cortese ed innocente
che spandeva i primitivi sogni
e le promesse in fiore
fra le stuoie dorate delle messi.

Correvi inquieto Dante, lungo
i sentieri virenti di Roseto.
Correvi ignaro vigoroso e lieto
verso gli obliqui inganni della vita.

E quei giorni puri e ribelli
di bambino scalzo e birichino,
disseminati nei campi maturi
tra lacrime e fremiti di lucciole,

tu come un segreto li nascondi
a chi non ti vuol bene.
Ora che l’improvvido tempo
solca il tuo maschio volto,

non a torto, fra gemiti li celi
con folta tenerezza,
nella nicchia ferita dell’anima,
all’astuta doppiezza degli incontri.
Siena, Mercoledì 6 Dicembre 2006

M. Teresa Santalucia Scibona

Da “ Nutrimenti per l’anima”,(2009),
a cura di Sandro Montalto
Joker Editore



Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1295525634