"LE MURA DI GERICO"


Nella letizia della S. Pasqua 2008,
possa il Redento misericordioso, concederci le sue celesti benedizioni, darci il dono della pace, di una tollerante fratellanza e aiutarci a perseguire un nuovo, più giusto significato della vita.
segue....

LE MURA DI GERICO
Al carissimo Gian Paolo Rugarli

Dissolti sentimenti e tremori
vivo il presente
con puntigliosa intensità.
Si snoda il grigio
ghirigoro dei giorni,
fra deboli sprazzi di luce.
Sfuma la tenue candela della vita,
teologico senso di precarietà.

Scansione provvisoria
di amore e morte
d’intrighi e torbide ingiustizie.
Mattone su mattone
cadranno le mura di Gerico,
gli schiavi slacceranno le catene.
di porpora e sangue.
Un tempo incorruttibile ci attende.

Siena, 24 gennaio 2000

M.Teresa Santalucia Scibona

Dal volume “IL VIAGGIO VERTICALE” - I luoghi dell’anima affetti e pene d’amore
I quaderni della valle n.27 - Edizioni di Emilio Coco


Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1206102729