"EVVIVA IL PRECARIATO"


A proposito del malefico precariato! E scusate lo sfogo...

"E' passato talmente tanto tempo dall'ultima volta che ho lavorato che uno dei timbri della mia assicurazione vale più di un francobollo raro"
Lenny Windsor

"Le due parole più belle in qualsiasi lingua sono.-
alleghiamo assegno." Dorothy Parker MT_Scibona


EVVIVA IL PRECARIATO

Gentile e galante Cavaliere
Lei che veleggia su, nelle alte sfere
e gorgheggia col fedele Apicella
con dolce voce che la vita è bella..

ignora il crudo mondo dei reietti,
diverso dall’Olimpo degli Eletti
Mio caro Presidente del Consiglio,
ma come la mettiamo con mio figlio

che per il co.co co. il determinato…
è stato nuovamente licenziato. ?
Alla folta e fugace giovinezza
viene tolta speranza e la certezza.

Ai nostri figli, come il mio Luigi,
se non hanno l’amico Deputato,
o scambi di favori col potente,
vietato è ogni possibile traguardo.

Nessuno raccomanda più.. per niente,
nel politico regno dello Stato.
Altro che canto o palese ottimismo
col sorriso suadente prestampato….

Si profilano solo tempi bigi,
l’accesso al posto fisso gli è negato.
Del precariato subirà il marasma,
invece di un futuro spensierato

Siena, 9 gennaio 2006
Maria Teresa Santalucia scibona




Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1142930988