"A PREGHIERA DER PUPAZZO"


Il testo è dedicato a Giovanni de Roma, laureando in medicina, che già nei favolosi anni sessanta, guidava
il suo rosso bolide con baldanzosa incoscienza per le strette viuzze senesi. Mi scuso con i romani per gli eventulali errori commessi nello scrivere in dialetto.....

A PREGHIERA DER PUPAZZO

Piacere de conoscerti, Giovanni
me chiamo “Fifa” e so de panno lenci
e quanno guidi mettiti nei cenci mia.

Credime, nun fo’ pe esse saccente
rallenta oh, che nun te costa gnente
e poi te godi pure er panorama.

Ascortame, te prego pe’ favore,
se mori nun te fai na bella fama
sarebbe solo er cormo pe’ un dottore.

E mo che ho fatto tutto sto sermone
nun me scaraventà dar finestrino,
Tieneme và, te porterò fortuna
sarò er protagonista der destino.
Siena, estate 1961

Maria Teresa Santalucia


Articolo tratto da: Scibona - http://www.scibona.org
URL di riferimento: http://www.scibona.org/index.php?mod=read&id=1133857522