logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read ALFREDO FRANCHI. RECENSIONE E
testimonianze_critiche.png Ringrazio l'affabile amico, Prof. ALFREDO FRANCHI,
eminente Filosofo senese, per la vibrante recensione sul mio testo poetico: “ LE ROTTE DEL VENTO” (LOS RUMBOS DEL VIENTO) 2014. di Maria Teresa Santalucia Scibona. Prefazione di RENZO MONTAGNOLI. Versione in spagnolo di EMILIO COCO. Copertina di FABIO MAZZIERI. Raffaelli Editore RM
www.Raffaellieditore.com



ALFREDO FRANCHI “ LE ROTTE DEL VENTO” (LOS RUMBOS DEL VIENTO) 2014. di Maria Teresa Santalucia Scibona. Prefazione di RENZO MONTAGNOLI. Versione in spagnolo di EMILIO COCO. Copertina di FABIO MAZZIERI. Raffaelli Editore RM

“Le Rotte del vento”, titolo dell’ultima raccolta di poesie di Maria Teresa Scibona,
evocano insieme impeto, leggerezza, imprevedibilità di quanto succede nella realtà che solo il poeta è in grado di cogliere in certi istanti privilegiati quando solleva lo sguardo e contempla la vita nel suo armonico decorso, mai disgiunto da fremiti dolorosi e conturbanti:

Falchi e grifoni
ricamavano il cielo
con i loro arabeschi.
Poi rapidi, di colpo
Viravano in picchiata …
per ghermire l’inerme preda
pag.17

Tutta la natura è solidale con l’uomo e replica in maniera suggestiva arte dinamiche emotive in cui grandezza e fragilità trovano una comune
espressione

i sublimi cipressi
tremano al vento
come grano che si fletta
nel biondastro campo
pag.19

Affermava Pavese che “ L’unica gioia al mondo è cominciare . è bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, ad ogni istante” “ ragione di vivere
pag.57

La caratteristica saliente della vita è quella della creatività che nel poeta diviene una trasmissione evidente e preziosa, soprattutto nelle condizioni esistenziali difficili quando l’autore “ prigioniera e reclusa in una lunga notte” “ intravedo
un timido bagliore, uno spiraglio di luce” pag.21
Quando il dolore si fa insopportabile dalle poesie può ancora pervenire un aiuto che attenua la tensione e rende più grata la vita. ll poeta ha una capacità di immedesimazione con gli altri che lo rende partecipe e solidale con ogni vibrazione umana per cui la sua discesa nei recessi profondi dell’anima non lo chiude mai in se stesso, ma lo predispone a cogliere in maniera delicata quanto di più bello si cela nel cuore dell’uomo e dell’universo.

nella silente solitudine
Cresceva il desiderio di calarmi
fra gli spazi votivi dell’anima,
per godere con lo stupore
di bimbo, l’incanto del creato
pag 23
Nei diversi momenti dell’animo la natura disvela le sue grazie allo sguardo rapito del poeta che disloca nei fiori, bellezze effimere di un momento, l’incanto dell’amore e della vita:

sotto lo sguardo ardito
dei papaveri, ballavano
le margherite, scuotendo

il giallo capolino al ritmo
sonoro del vento che aveva
imbastito l’allegra serenata
per farle innamorare
pag.25

Quando nel gelo invernale tutto si estenua e declina nelle apparizioni più
evanescenti e rarefatte, quando ogni energia vitale si attenua sin quasi a scomparire, ancora più indispensabili appaiono gli “aneliti dello spirito” in cui, almeno sul piano del desiderio, il poeta si rende estraneo alla lusinga avvilente della materia bruta in un tutto sembra risolversi

Le cose materiali sembravano
vane, nei meandri incorporei
solo gli aneliti dello spirito
esalavano un trascendente profumo
di celestiale eternità.
pag.27

La poesia recupera a pieno la sua funzione compensatrice e consolatoria sino a divenire “rifugio esclusivo dell’anima che rinfrancata respira.” pag. 31

e si approda nel sonno a riscattare con “ lieti sogni” pag. 33
le amarezze della vita quotidiana. Con le belle immagini dell’ulivo che resiste alle impervie rotte del vento ed alle intemperie, la Scibona rende efficacemente il senso delle sue avventure poetiche, come invito alle nostre avventure umane.

L’ulivo contorto innestato
nell’armoniosa terra,
non si spezza, si torce
al fiato spietato del vento.

Veramente “La vita non si ferma mai
per coloro che sanno amare “ pag.21

Siena. sabato 19 settembre 2015 ALFREDO FRANCHI
“ LE ROTTE DEL VENTO” (LOS RUMBOS DEL VIENTO) 2014.
di Maria Teresa Santalucia Scibona Prefazione di RENZO MONTAGNOLI.
Versione in spagnolo di EMILIO COCO. Copertina di FABIO MAZZIERI. www.Raffaellieditore.com
Raffaelli Editore Rimini.
Poesia. Pagine 55. Prezzo €12,00. ISBN 9788867920402



Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 17/01/2019
Ora: 19:07

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.