logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read NATALE 2013 PER IL BENE DEL PAESE
poesie_ironiche.png Amici carissimi, in occasione di questo inquieto
Santo Natale 2013, in cui troppi di noi non
sanno come come affrontare, bollette, tasse,Imu ed
altre simili diavolerie che ci tolgono il sonno, Vi dedico la mia ironica filastrocca, " Per il bene del Paese" ,
senza pretese letterarie. La tematica dei contenuti però, rappresenta - il pensiero dominante - di un numero sterminato di cittadini ogni giorno più poveri e delusi!

"Santo Natale 2013. Per il bene del Paese"


Amici miei diletti di sventura,
non illudiamoci una volta ancora
nutrendo la segreta speranza
d’essere ascoltati con richieste giuste.
State all’erta, c’è odor di fregatura.
Non serve una marea di parole
e qualche rimostranza, Ci vorrebbe
la rivolta nazionale ad oltranza.

Con la voce melliflua assai cortese
i politici nostri starnazzano
ogni dì, nel gergo ambiguo e vano
del politichese, lo fanno solo
per il bene del Paese? Sarà proprio
così, Voi che ne pensate?

Italiani Italiani, quando rode
l’insonnia per la crisi strisciante,
e il diritto al lavoro già carente
fra lacrime amare, digiuni, lamenti,
la sana ribellione straborda irosa
come l’acqua che tracima dai fiumi.

La nostra amata patria dissestata
da invasivi ecomostri e strutture
oltre ai crolli dei ponti delle strade,
è lastricata d’amianto, spazzature
Povera Italietta mia, eri un tempo
il giardino più bello d’Europa.

Oggi, ruota di scorta declassata.
Basta, basta, siamo stufi delle false
promesse del Governo fiacco, poco
paterno coi suoi figli migliori,
costretti ad emigrare in altre patrie.

Basta, con le favole scaltre di tutte
le correnti composte di fratelli
furbetti o di rapaci fratellastri.
Noi, non ci sentiremo mai perdenti,
indebitati da bollette e tasse.
Cittadini tritati dai balzelli,

pure se manca il pane sotto i denti,
ci resta sempre tanta dignità.
E’ Natale fingiamoci contenti
in famiglia cerchiamo d’esser buoni,
berremo vino, dolcetti torroni,
che a questo mondo tutto passa e va.
Siena, sabato 14 dicembre 2013
M. Teresa Santalucia Scibona






Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 22/05/2019
Ora: 17:59

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.