logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read ADOTTANDO I POETI
eventi_letterari.pngRingrazio la mia cara amica Pina Frascino Panussis, acuta scrittrice e critica letteraria, che sin dalle mie prime opere poetiche, ha seguito e valorizzato con i suoi puntuali articoli e persino con i due libri "Saggi e interventi" 1995, Edizioni Pisangrafica e con il saggio sulla mia poetica
" Le occasioni del pensiero" 1997, - Massa delle Fate Edizioni.

Pina Frascino ha voluto recensire anche il volume
"Nutrimenti per l'anima" Joker Editore, che di seguito
trascrivo,,,


ADOTTANDO I POETI

Recensione del volume poetico
" Nutrimenti per l'anima di Pina Frascino Panussis.

Sfogliando il penultimo libro di M. Teresa Scibona “ Nutrimenti per l’anima” edito nel 2009
da edizioni Joker, ho avuto l’impressione che la poetessa abbia cercato una via nuova, ( anche
se non nuovissima) alla sua ricerca poetica.
Sebbene la sua precedente poesia non sia priva di elogi e di riferimenti agli amici, in questa
silloge la Scibona li identifica uno per uno, li mette in fila, in una parola li adotta o come figli,
o come padri o come fratelli.
Anche se dal punto di vista poetico non ci troviamo di fronte a vere e proprie liriche in quanto
a mio avviso il linguaggio è talvolta appesantito da parole latine, parole colte o quasi dismesse,
la novità consiste nel fatto che ogni volta abbiamo di fronte memorie, letture, visite, slanci affettivi,
ripassi letterari, primi incontri, viaggi che danno lo spunto per un dialogare continuo, ( anche con
poeti trapassati ) che quasi sempre si suggella nell’ultimo verso che prevale su ogni discorso: “ Ed è subito sera” e che trova addirittura il suo contrario in
“ Un tempo incorruttibile ci attende”.
Altre volte l’amicizia, cardine di questo libro, si dispiega in un semplice “ Ti voglio bene” riferito a Gabriella Sobrino o “ col tepore ostinato “ per il ragazzo Maffia o “ vorrei legarti a me /
col gioco dolce dell’amicizia”
per Antonio Paghi.
Ma dove il libro trova la centralità dell’espressione e raggiunge vari livelli poetici e nelle due poesie
a Duccio Benocci . “ Alla fine del giorno” e “ La musa Calliope “.
Nella prima la poetessa spiega all’amico il suo pensiero sulla propria sorte con belle immagini e
metafore sulla natura per poi concludere con un improvviso, allegro finale che svela la bonarietà e la
vitalità di Maria Teresa: “ sebbene l’anima mia, leggera e birichina / rida per un nonnulla”. Nella seconda poesia “ La musa Calliope “ la Scibona esterna tutta la sua delicatezza di poetessa e di donna. Dietro quel regno alato della Letteratura di cui ancora non si è in grado di conoscere anche gli esiti personali, si nasconde un grande amore per il sapere ed un amore femminile per un amore che non vale la pena di raccontare: “ La nostra è un’altra storia, / senza clamori, / labile e sommaria / e si frantuma come bolla d’aria..”
Il libro si estende comunque per altre tre piccole sezioni: Elogio per l’amore, Elogio per la giustizia,
Elogio per lo spirito. Ma anche se troviamo qualche altra apertura tematica in queste sezioni, M. Teresa Scibona si riconosce soprattutto andando avanti nella lettura quando fa ricorso alle date consacrate della Chiesa : un battesimo, la Pasqua o la nazione di Israele per augurare e ricercare la propria pace dell’anima.
Siamo all’ultimo passaggio e la Scibona si dipinge come una mortale che ha commesso errori, anche se poi addolcisce il parere su se stessa con verità più accettabili.
Chi affonderà le meni nel suo granaio troverà la ricchezza della parola, del sogno, dell’amicizia e della dignità. Tutte qualità per nulla trascurabili se traduciamo i significati :
Parola = Poesia; Sogno = Alti propositi e amore; Amicizia = Corrispondenza di amorosi seni
e Dignità = Una preziosa eredità conservata.

Pisa, Luglio 2012 Pina Frascino Panussis





Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 21/03/2019
Ora: 15:49

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.