logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read " LETTERA"
poesie.pngSono veramente affranta e confusa per la morte
dell'amatissimo MARIO VERDONE!

Mario, amico mio, mi mancherà il tuo affetto e la bonaria ironia.
Da lassù leggerai la mia lettera e saprai
l'incolmabile vuoto che hai lasciato in noi.

segue testo

LETTERA

(Al mio fraterno amico Mario Verdone)

L’agonia di un recluso giorno
è ritmata dal goffo
tambureggiare della pioggia.

Nell’ariosa prigione
satura d’epici sogni
una lettera desiderata
sigilla al Tuo nome
condivise affinità.

Che importa se il fato
sghembo e beffardo
lascia cadere il mio destino
in un declino inesorabile.

Già non mi sento sola.
Il cuore spento
e disabitato
è illuminato dal conforto
dell’amicizia.

( Siena, 18 novembre 1991)

Maria Teresa Santalucia Scibona


Dal volume “ Le temps Suspendu et la Vie Assise” - Prospettiva Editrice
prefazione di Giorgio Luti, postfazione di Walter Nesti.


LETTER

The agony of an imprisoned day
is measured by the clumsy
drumming of the rain.

In the airy prison
saturade with epic dreams
a longed for letter
seals to your name
shared affinity.

What does it matter if fate
crooked and mocking
lets my destiny sink
in an inexorable decline.

Already I do not feel alone.
My heart lifeless
and uninhabited
is enlightened by the comfort
of friendship.

( Siena,18 November 1991)

Translated by JoAnne Warren



LETTRE

à Mario Verdone

L’agonie d’une journée recluse
est rytmée par le maladroit
tambourinement de la puie.

Dans ma prison en plein air,
saturée de rêves épiques,
une lettre désirée
scelle à Ton nom
des affinités partagées.

Qu’ importe si le sort
bancal et narquois
laisse tomber ma destinée
dans un déclin inexeorable.

Je ne me sens déjà plus seule.
Mon coeur éteint
et inhabitè
est illuminé par le réconfort
de l’amitié.

(Sienne, 18 novembre 1991)
M. Teresa Santalucia
Traduction de Ben Felix Pino


Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 22/01/2019
Ora: 14:28

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.