logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read " LIBERACI DAL MALE"
poesie_religiose.png- Domenica 12 Aprile - S.PASQUA 2009 -

(Dal Vangelo secondo Marco 16,1-7)-"Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. E' risorto non è qui."

Il mio pensiero e il mio cuore sono vicini ai fratelli abruzzesi e il mio spirito affranto da immane dolore, non ha voglia di festeggiare. Tuttavia auspico per noi tutti una fraterna e solidale rinascita interiore, capace di scuotere alle radici, la nostra distratta e stagnante società.

segue il testo...


LIBERACI DAL MALE

Signore che dirigi con destrezza
l’ eterne ruote del celeste carro
e lasci che germogli la gramigna
e si confonda con il grano e il farro

vanifica l’umana presunzione
e con pietà liberaci dal male.
Tu che nel manto cupo della notte
come perle le Pleiadi incastoni

e rischiari la brezza della sera
con il raggio amoroso della luna,
preserva i giusti ,dona pace ai buoni
e benedici chi nel Regno spera.

Usasti col l’eletto la pazienza
quando adorava i falsi Baal e Ascera
e rinnovasti il patto e l’alleanza
per la sincera fedeltà dei padri.

Per gli stessi richiami della carne
da Sodoma e Gomorra vien clamore.
Noi t’imploriamo per il peccatore
come Abramo al querceto di Mamrè.

Nel sangue sgorgato dall’Agnello
che fu per l’uomo prezzo di riscatto
intrisero di cedro un ramoscello
legato con un filo di scarlatto.

L’egizio perdurava nell’errore
la prole decimasti al faraone.
Israele fu salvo dal furore
col segno convenuto sul portone.

Nell’esodo sfibrante del deserto
aspri furono i giorni d’amarezza.
La riposante certezza della Tua
misericordia ci sostenne in viaggio.


Già l’uragano della Tua potenza
scuote le vette nitide dei monti
e gli armenti fecondi dei predoni
che prosperosi sono nelle valli.

Padre celeste che domini l’aria
e fai piover sui giusti e sui malvagi,
sbianca l’anima nostra mercenaria
rosa dalla tignola della colpa.

Ci ricolmasti di opulenti doni
nel superare le tremende prove.
Accorda a noi la Tua benevolenza
e pietoso perdona i neri falli.

Col nero gregge sperso Buon Pastore,
l’ira fu lenta e premura accorata.
IntrecciasTi con noi storia d’amore
per redimere l’anima sbandata.

( Siena,30 gennaio 1987)

M. Teresa Santalucia Scibona















Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 24/03/2019
Ora: 15:02

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.