logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read " LA BALLATA DELLA NINFA SCILLA"
poesie.pngLa leggiadra ninfa Scilla, con la sua avvenente bellezza
ammaliava gli ardenti siciliani, attirandoli come fanno i gabbiani attratti dal pesce....e il povero Cariddi si rodeva il fegato, esasperato dalla gelosia.....

segue.....

LA BALLATA DELLA NINFA SCILLA

Con l’estroso cappellino di conchiglie
la ninfa Scilla trepida, anelante
dondolava nell’onda, le caviglie
e corteggiava il tenebroso mare.

“ Voglio partire, voglio partire,
oltre i confini, oltre l’orizzonte.
Mi annoio di mirare l’arduo scoglio
di nutrire desideri inappagati.”

“ Non mi lasciare, non mi lasciare”
implorava l’amante senza orgoglio.
“ Anima mia che pensi di trovare
truci pirati, pericoli e bufere.”

Cariddi non riusciva più a dormire
gemeva nella notte tempestosa
“ bizzosa Scilla insegui le chimere.
Meglio morire, meglio morire

che il tradimento dell’errante sposa.”
“ Fammi capire, fammi capire
ti uccideresti solo per onore? “
Sussurrava all’amico disperato,

il pinastro selvaggio ed arruffato.
“Credimi mio ostinato Cariddi,
è da sciocchi togliersi la vita
per i capricci della donna amata.

Dimentica le tormentose pene
stammi a sentire, stammi a sentire
trovati un nuovo, spensierato amore.
Il mondo è colmo di leggiadre sirene.”

Ossessionato da folle gelosia
Cariddi non sentiva più ragioni.
Poi, con lo sguardo torvo, allucinato
si lasciò blandire dall’azzurro gorgo.

Siena, 9 marzo 2000

M. Teresa Santalucia Scibona

Da “ L’Amore imperfetto”, 2003 prefazione di Neuro Bonifazi- Ediz. Helicon- Arezzo


THE BALLAD OF THE NYMPH SCYLLA

With her fanciful little hat of seashells
the anxious nymph Scylla, yearning
dangled her ankles in the waves
and courted the murky sea.

“ I want to leave, I want to leawe,
beyond the borders, beyond the horizon
I’m tired of looking at the hard cliff
nourishing unfulfilled desires.”

Don’t leave me, don’t leave me
implored the lover shamelessly
“My darling,what do you think yoy will find
fierce pirates,dangers and storms.”

Carybdis was no longer able to sleep
he moaned in the stormy night
“ Capricious Scylla you follow chimeras
Better death, better death

than the betrayal of the wandering bride.”
Help me understand, help me understand
you would kill yourself only for honor ?”
The wild and disheveled pinaster

whispered to his desperate friend.
“ Believe me my stubborn Charybdis
it is foolish to take yor own life
over the whims of the woman you love.

Forget the tormenting pains
listen to me, listen to me
find yourself a new, lighthearted love.
The world is full of fair sirens.”

Obsessed by mad jealousy
Charybdis did not listen to reason
Then, with a grim hallucinated look,
he let himself be soothed by the azure whirpool.

Siena, 9 March 2000
Trad. by JoAnne Warren



Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 25/05/2019
Ora: 07:59

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.