logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read "MODERNITA' "
poesie.png Omaggio al Prof. GIORGIO LUTI, divenuto cittadino onorario del Chianti. Il noto critico letterario e docente di Letteratura italiana all'Università di Firenze, presiede la Giuria del Premio Chianti, che è giunto alla 19° Edizione. La cerimonia si è svolta ieri, nel Castello di Verrazzano a Greve in Chianti. Nel complimentarmi col professor Giorgio Luti per il meritato riconoscimento, voglio esprimergli ancora una volta tutta la mia affettuosa e deferente stima.Lo conosco da molti anni e lo ritengo una insostituibile guida e il mio prezioso mentore.


MODERNITA’
( a Giorgio Luti )

Dolce fratello mio spirituale,
ora è tempo della non poesia,
di frasi grossolane squinternate.
Son fuori moda le tremule barchette
innamorate ,che lusingano
il mare a pelo d’acqua.
Contaminata è l’italica lingua
dalle smanie dell’esterofilia.
Si anneghino le seduttive stelle.
nella prosa volgaruccia e banale.
Per sembrare moderni ed attuali
illuminiamo il giorno con rifiuti
feriali, dell’immensa città.
E viviamo il glorioso presente
e l’incerto domani,
fra un nostalgico tango da balera
e i richiami del nulla.

A piene mani, si rimesta nel fango
adescati da falsi bagliori
e fetidi liquami.
Quasimodo, D’Annunzio con Torquato,
sono sepolti dalle oscure trame
di delitti perfetti, fra “gialli”
o sciropposi libri “rosa”,
nel vecchio mercatino dell’usato.
Mia somma guida ,chi ci salverà
dal marasma infernale, da tale
imprevedibile follia?
Svanisce e muore l’austera civiltà,
brilla il fulgore della mente tua
fra l’ ambigue scelte dell’umanità.
Tu preservi decaduti tesori
del pensiero e segnali la strada
maestra dei valori supremi.
Cerco di ricalcare il tuo sentiero,
stretta è la porta per l’eternità.

Siena, 21 febbraio 2000

M. Teresa Santalucia Scibona
Dalla plaquette:- “Il Viaggio verticale” – I luoghi dell’anima affetti e pene d’amore.
( gennaio 2001)- I quaderni della valle- numero 27 Edizioni di Emilio Coco.
Opera tirata in 300 esemplari numerati.



Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 20/02/2019
Ora: 21:48

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.