logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read "IN RUE DE BOUCHERS"
poesie.png Dedicato al mio carissimo amico Roberto Barzanti, che frequento da quando eravamo giovani e di belle speranze.,..il testo è tratto dal recente volume "Letteratura Italiana Contemporanea" (maggio 2005) a cura di Neuro Bonifazi e Rodolfo Tommasi, arricchito da un acuto saggio di Giancarlo Quiriconi - Edizioni Helicon Arezzo.
Ho voluto trascrivere anche la testimonianza critica sulla mia poetica del prof. Neuro Bonifazi e desidero ringraziarlo pubblicamente per il lusinghiero giudizio emesso sui miei versi maldestri.


IN RUE DES BOUCHERS

(a Roberto Barzanti)

Forse non si è ancora appannato
lo splendore evanescente
del nostro giovanile entusiasmo.
Roberto, rammenti le vele spiegate
dei folti, primitivi sogni ?
Troppa vita e anima contrabbandava
l’ambizioso vascello dello fantasia.
Tento di destreggiarmi fra secche
e marosi ,ora che la sorte
meschina ha profuso livide
ferite come vino sprizzato
dal torchio, come grandine
che l’erba trincia.

Vincolata in un profano limbo
di pene, possiedo solo la nuda
autonomia della scrittura,
l’estasi visionaria della parola.
Non più insoliti viaggi
fra orecchini di perle
collane e scialli di trine.
Non più biondi boccali di Kriek
e chassidiche melopee
suonate in astrusi bistrot.
In te mi rispecchio amico
per serbarne memoria

Scorgo nel tuo vigile sguardo
la Grand - Place, il dorato
sfolgorio della - Maison du Roi -.
Rivivo la golosa atmosfera
del rione Ilot Sacrée col salso
profumo di aragoste
avvolte in una coltre d’alghe.
Prendimi per mano in questo
onirico viaggio mentale.
E per placare la mia sete
d’avventura portami
ancora in rue des Bouchers.

Siena, 23 aprile 2000


Testimonianza critica di Neuro Bonifazi
.
Maria Teresa Santalucia Scibona, famosa scrittrice e benemerita delle nostre Lettere, fedele ai suoi ideali di amorosa e autentica poesia, con questo unico testo sembra voler come riassumere, in un tratto solo, l’essenza stessa della sua carriera poetica, che ne ha invaso più di ogni altra cosa e illuminato di sogni la vita.
Questa primizia è come un blasone che decora e onora giustamente la scrittura della nostra poetessa, e che lei stessa qui definisce“ l’estasi visionaria della parola”, il battello – zattera proustiano unico e sicuro
a cui affidarsi in mezzo alle tempeste e ai “marosi” della vita e contro gli insulti della sorte avversa e delle pene. Il componimento che ci presenta ha l’andamento intimo e commosso e nostalgico di una lettera affettuosa, rivolta e dedicata all’amico, ma mantiene le caratteristiche fondamentali e preziose delle sue poesie, del suo “onirico viaggio mentale”, percorso a bordo dell’ “ambizioso vascello della fantasia” per placare la sua “sete” avventurosa e desiderosa di bellezza e di amore. Un viaggio che ci sembra abbia raggiunto decisamente il suo scopo di averla posta tra le voci più alte e sicure della nostra poesia contemporanea, e un esempio per le nuove generazioni.



Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 20/04/2019
Ora: 19:13

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.