logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read APOSTOLO DI FUOCO
poesie.pngCome Gesù salendo con la croce il Golgota, pronunziò al Padre il suo totale " Fiat.." per poterci redimere, così il nostro Papa, emblema del Cristo in terra, oggi non potrà recitare "l'Angelus". Ma il suo corpo martoriato e il dolente silenzio, saranno ugualmente per noi suoi figli, una potente valenza salvifica.
Nella mia composizione ho voluto ricordarlo quando il 14 settembre 1980 venne in visita a Siena.
Nella basilica di San Domenico, con gli altri malati in carrozzella, ebbi il privilegio di baciargli la mano e ancora ricordo, come un tesoro raro e prezioso, lo sguardo sorridente e magnetico che si posò sulla mia povera persona.

APOSTOLO DI FUOCO

Dolce Padre
un magico dì settembrino
venisti con palese amore
ad elargire sorrisi radiosi
fra le annose mura rossastre,
che severe e maestose
di antica gloria sfidano
l’implacabile aggressione del tempo.
Il prezioso messaggio pastorale
che esaltava l’essenza dell’umano
nel germe chiuso del materno seno,
pronto ad erompere come grano
maturo che si frantuma
al divenire della nuova vita,
fu accolto e recepito
dal cuore immenso della città.
Vibrarono insieme l’ anime assopite,
la dolce suadente parola ruppe
e scalfì la crosta dell’incolta
zolla per formarla al seme
fecondo del Divino.

T’inseguimmo esultanti per ripide
strade mai paghi di vederTi.
Affinché la Tua immagine
di solerte Pastore si imprimesse
viva nella mente di ognuno
e potesse riemergere evocativa,
nel silenzio ascoso dell’anima.
Apostolo di fuoco,
scintille ardenti riattizzarono
le spente ceneri.
e bruciarono vivide, rovi
e sterpi dei tiepidi cuori,
Con Te obliammo diuturni affanni
e le inquietudini profonde.
Ora fortifica con trepide preci
la fede ritemprata e benedici
la fiera gente senese.
Infaticabile riprendi il cammino
per le vie del mondo ,donando
a tutte le creature l’universale
messaggio d’amore.

Siena,14 settembre 1980

M.Teresa Santalucia Scibona







Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 25/05/2019
Ora: 08:05

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.