logo
Menu Menu
Home
Archivio News
Forum

Block Servizi
Segnala News
Ricerca
Headlines
Backend

Block sezioni_del_sito
Poesie
Giornale di Bordo
Poesie in Francese
Poesie in inglese
Poesie religiose
Poesie ironiche
Bibliografia
Curriculum
Eventi artistici
Eventi Letterari
Musica e Teatro
Testimonianze critiche

Block Cerca





Block Statistiche
Visite:
Statistiche
counter create hit
View My Stats

Block Siti_consigliati
Angela Corbini
GIF animate
google
Guida ai vini italiani

Block Validato

Read I GIORNI DEL DESIDERIO
poesie.pngIn questa composizione (tradotta in inglese da
JoAn Warren e che è anche il titolo di un mio libro), ho voluto immaginare l'inesperienza e la timidezza del primo amore, perduto anche per troppo orgoglio.
Il tempo che scorre inesorabile attutirà le nostre passioni ed illusioni e ricordando la svanita giovinezza penseremo solo ai momenti felici.
Ora che siamo al crepuscolo della vita dobbiamo accontentarci di alcuni frammenti di rara gioia.

I GIORNI DEL DESIDERIO

Sebbene ti delusi
serba caro il ricordo
del sibilo del vento,
di quella assurda luna
che tramava per noi filtri d’amore
e un diluvio di sogni.

Rapsodo cuore che volevi da me?
Non sapevi blandire
le segrete porte dell’anima
né destreggiarti con la trappola
fatua dei sentimenti.

Non fu facile demolire
il palazzo dei desideri.
Sradicare i pensieri
dal volto di ragazzo scanzonato
dalle morbide labbra.

Dolente verità
indelebile marchio
degli errori passati;
d’orgogli irredimibili
sbagliati. Ho sepolto
il rancore nella coltre del tempo.

Nell’ora che declina
sempre vai deprecando
l’assenzio della vita.
Migra l’alta tensione,
smuore il delirio
delle passioni temerarie.
Ispida vita
maestra d’inganni.
Sciorini le molli illusioni
nei calici scarsi d’ambrosia
senza remora alcuna
al peso corrotto degli anni.

Amato, il fato
cortese, ha sospeso il maleficio
della separazione.
Rivisitiamo insieme
il paese dell’infanzia
sublime, rubando ilari
quel residuo d’aurora
e il miele che ci resta
ai margini del cielo.

( Siena,1987)
M. Teresa Santalucia Scibona

DAYS OF DESIRE

Even though I disappointed you
hold dear the memory
of the hiss of the wind
of that absurd moon
that wove for us love –potions
and a deluge of dreams.

Rhapsodist heart what did you want from me?
You didn’t know how to flatter
the secret doors of the soul
nor steer your course throught the silly
trap of sentimentes.

It was not easy to demolish
the palace of desires.
To uproot the thoughts
from the face of soft-lipped
easy –going youth.

Painful truth
indelible marks
of past mistakes;
of mistaken irredeemable
pride. I buried
the rancor in the blanket of time.

In the waning hour
you alwais go deprecating
the wormwood of life.
Higt tension migrates,
delirium of rash
passions grows pale.

Intractable lif
master of deceptions.
You make a display of the weak illusions
in meager chalices of ambrosia
without any impediment
to the corrupt weight of the years.

Beloved, courtous
fate has suspende the witchcraft
of separation.
Let us revisit togheter
the land of sublime
childhood, stealing merrilly
that residue of dawn
and the honey that is left us
on the edges of heaven.

( Siena,1987 )


M.Teresa Santalucia
























Commenti | Aggiungi commento | Stampa
Block Calendario
Data: 17/07/2019
Ora: 15:27

Block Login
Nome utente:

Password:


Non sei ancora registrato?
Registrati ora!


Powered by FlatNuke-2.3 (viper) © 2003-2004 | Site Admin: Maria Teresa Santalucia Scibona | Get RSS News
Tutti i marchi registrati e i diritti d'autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari.